BAJA TROIA TURKEY 2019

BAJA TROIA TURKEY 2019

La Baja Troia Turkey è una competizione molto interessante che si è svolta nella zona della storica città di Troia ed ha avuto un grande successo.

Canakkale è la città sul mare che ha ospitato per il secondo anno consecutivo questo evento dedicato al fuoristrada vero e proprio. La manifestazione ha avuto inizio il giovedì con le verifiche tecniche, amministrative; poi un prologo spettacolo su un circuito sterrato appositamente allestito.

BAJA TROIA TURKEY 2019 – programma

Ma andiamo con ordine; infatti un totale di 873km di gara, spalmati su tre intensi giorni sono trascorsi velocemente e con tanti fatti interessanti.

Dopo il prologo, seguito da un pubblico molto curioso; il venerdì i concorrenti si sono sfidati lungo un tracciato di 118,6km da ripetersi due volte.

Il percorso della giornata si snodava attraverso la regione di Troia, costeggiando il mare, risalendo le colline, ed alternando tratti molto scorrevoli a tratti particolarmente guidati.

Il secondo giorno le prove speciali erano di nuovo due, sempre su un tracciato di 83,8km da ripetersi due volte; in questo caso però più tecnico ed ancora più “off road”; quindi un po’ più lento e roccambolesco.

Ma lo show è proseguito poi al Kipa Autopark, dove sul tracciato del prologo tutti i concorrenti si sono sfidati nuovamente per una prova spettacolo che ha raccolto veramente molto successo di pubblico.

Infine il terzo giorno altre due prove speciali; come tradizione vuole un percorso di 75,5 km da ripetersi due volte; per concludere quindi una competizione divertente ma intensa.

BAJA TROIA TURKEY 2019 – i concorrenti

La Baja Troia Turkey, ha attirato un gran numero di partecipanti, in totale ben 50 veicoli, suddivisi nelle varie categorie, comprese alcune lada niva nella categoria Raid; si sono dati appuntamento sotto il Cavallo di Troia riprodotto in scala reale sul viale centrale di Canakkale, dove la manifestazione ha preso il via.

Notevole la presenza degli equipaggi italiani, ben nove, capitanati dalla scuderia R Team di Renato Rickler. Perciò molti mitsubishi, ma anche una great wall ed un can-am.

Grandi risultati per tutta la squadra, ma in particolare per i 4×4 di Andrea Schiumarini ed Enrico Gaspari, che hanno condotto una gara molto attenta, hanno conquistato buone posizioni nelle varie speciali e sono riusciti, nonostante alcuni intoppi a concludere nelle prime posizioni, 6 assoluto, e secondi nella categoria T1.2

Positiva anche la gara del Pajero di Simone Grossi e Daniele Manoni che sono stati sempre molto attenti, nonostante un piccolo intoppo con la trazione nella prima giornata di gara, hanno portato a termine un’eccellente prova; con un secondo posto in categoria TH.4

BAJA TROIA TURKEY 2019 – New Entry

Tra gli equipaggi della scuderia R Team, troviamo la new entry del Mitsubishi Pinin di Manuele Mengozzi ed Erica Bombardini. 

Questi due giovani ragazzi, equipaggio affiatato in macchina ed anche nella vita, hanno partecipato ad una competizione di questa levatura per la prima volta. 

Durante i giorni di gara, sono stati sempre molto concentrati ed attenti al road-book, alla cura dell’auto e questo ha permesso loro un dodicesimo posto assoluto e la vittoria in classe T1.1

Alla fine della competizione abbiamo chiesto loro un’opinione sulla competizione scoprendo così che il loro risultato è dovuto anche ad un grandissimo rispetto reciproco ed alla bravura di Erica, non solo nel leggere il road-book, ma nel trattenere e “dare ordini” nel modo giusto al suo pilota.

Durante la prova spettacolo della seconda giornata di gara il Pinin della coppia ha regalato un grande spettacolo, battendo il diretto avversario con più di mezza pista di vantaggio.

Naturalmente il Pinin è stato sistemato a dovere, con un motore ed una potenza superiori tanto da essere inserito appunto nella categoria T1.1

BAJA TROIA TURKEY 2019 vinti e vincitori

Non altrettanto positiva è stata la performance di altri equipaggi italiani, come ad esempio Riccardo Milazzo, che purtroppo il secondo giorno di gara ha danneggiato il motore della sua Great Wall; con problemi elettrici.

Molti problemi hanno rovinato anche la gara di Paolo Cau, navigato per l’occasione da Fabrizio Risi, tanto che nella prima prova sono finiti in un fosso; poi la frizione si è danneggiata. Nella penultima speciale problemi elettrici hanno causato un notevole ritardo, poiché l’auto si è spenta più volte.

Alla fine della manifestazione Fabrizio Risi comunque ci racconta in modo divertente quanto successo nei tre giorni di battaglia; ci conferma che il road-book era fatto veramente molto bene; opinione comune, questa, tra tutti gli equipaggi.

C’è chi non ha conquistato la Baja Troia Turkey, nonostante i tanti cavalli nel motore e chi, invece ha vinto; questo è il caso dell’equipaggio bulgaro di Vladislav Velkov e Ilyan Georgiev; costoro con il loro Can-Am Maverick X3 si sono imposti su tutti i partecipanti; con distacchi molto alti sugli inseguitori.

BAJA TROIA TURKEY 2019 – l’organizzazione

La Baja Troia Turkey ha avuto un grande successo grazie al lavoro ed all’enorme impegno degli Organizzatori Isoff; Istanbull Off Road Kulubu, che ha lavorato duramente sul percorso, per renderlo interessante, vario e divertente; ma soprattutto sicuro. Infatti tutti i piloti ci hanno confermato che il road-book era fatto bene, come già detto; anche noi abbiamo potuto constatare il lavoro preciso realizzato per tutti gli addetti ai lavori; infatti appena giunti alla sala stampa per gli accrediti, ci è stato consegnato tutto il materiale; tra cui i file kmz, per avere tutti i dettagli direttamente su computer o cellulare e raggiungere i posti più belli facilmente, dalle strade principali, attraverso caratteristici paesini, dai nomi impronunciabili.

Perciò non sappiamo quali paesini abbiamo conosciuto; ma siamo certi che lo spettacolo dell’entroterra della Turchia ed in particolare della regione di Canakkale meritano un viaggio; ed ancora di più la Baja Troia Turkey è una gara merita a pieno questo titolo.

La competizione fa parte del Campionato Bajas East Europa; di cui era l’ultima prova per il 2019. Non resta che dare appuntamento all’intero campionato ed alla Baja Troia Turkey per il 2020.

Le classifiche sono disponibili sul sito:

https://www.bajatroiaturkey.com/asm/uploads/file/37-official-rally.pdf