Baja Vermentino 2021

Baja Vermentino 2021

Si è appena conclusa la Baja Vermentino 2021; seconda prova del campionato italiano Cross Country Rally Bajas. La località teatro di questa manifestazione è stata la splendida terra di Sardegna; infatti sulle piste della terra di Gallura tra i comuni di Berchidda, Calangianus, Telti si sono sfidati ben 40 equipaggi nelle diverse categorie. 

Baja Vermentino organizzazione e percorso

L’organizzazione della Baja Vermentino Terre di Gallura è opera del Team Rassina by Racing, che ha davvero fatto un ottimo lavoro, sia per la logistica, sia per il tracciato di gara, sia per l’ospitalità che caratterizza queste terre. 

Favoriti anche da un clima eccellente, abbiamo avuto modo di vedere il percorso e scoprire che è piuttosto impegnativo; infatti si corre immersi in una natura magica, basata su montagne e piste che si inerpicano tra pietre, muri a secco, pecore, alberi di sughero ed olivi. La collaborazione che gli organizzatori hanno da parte dei proprietari terrieri di questi luoghi ci ha veramente colpiti. Poiché raggiungiamo un punto del percorso e troviamo un cancello chiuso, ma il giorno seguente ci dovrebbero transitare le auto da gara; la prima domanda spontanea che sorge è: abbiamo completamente sbagliato posto?

Invece no! Scopriamo parlando con il responsabile della sala stampa, Giampaolo Gaias, che ci ha supportato in modo eccellente, che parte del percorso di gara è all’interno di proprietà private. Perciò per il giorno di gara gli animali vengono spostati in altri recinti ed il transito aperto ai veicoli in competizione. Quindi la varietà del percorso è notevole, si passa da piste sterrate e strette a mulattiere ampie e scorrevoli, per poi arrivare a passaggi intricati tra i boschi di sugheri. Così sin da subito ci siamo resi conto che lo spettacolo era garantito.

La prova speciale era lunga 34,5km da percorrersi due volte al mattino partendo da Santa Caterina e raggiungendo Calangianus; mentre lo stesso tracciato in senso contrario era quello del pomeriggio. Sempre due giri, ma totalmente diversi, con ostacoli e pericoli che hanno reso veramente difficile la vita ai concorrenti ed ai mezzi; quindi anche ai meccanici.

Baja Vermentino  i concorrenti

Un elenco iscritti molto interessante, che ha visto la presenza dei nomi più blasonati del campionato Cross Country italiano. Perciò non è mancato il suzuki vitara di Codecà, che non ha avuto la stessa fortuna di sempre. Inoltre il Team Collodel 4×4 era rappresentato da Elvis Borsoi su un Can Am Maverick e da Carlos Checa su un altro veicolo uguale. Le loro performances sono state eccellenti, tanto che alla fine della competizione, lo spagnolo sale sul podio nella categoria SSV.

6 veicoli in gara con i colori dell’ R Team di Renato e Ricky Rickler, tra costoro il vincitore della prima prova dell’anno all’ Italian Baja 2020 Artugna: Sergio Gallo Galletti. Per lui la prova in Sardegna è stata disastrosa; infatti ha capottato proprio durante la prima prova speciale. Anche il compagno di squadra Antonio Ricciari ha sofferto un capottamento nella penultima prova speciale, quando viaggiava ad ottima distanza dal podio. Molto più positiva la competizione di Riccardo Milazzo con il suo Pajero Evolution ed anche ottima la performance di Ricky Rickler, accompagnato, come ad Aviano, da Maurizio Dominella; qui infatti hanno concluso in terza posizione, dopo una navigazione particolarmente attenta ed una guida tecnica e prudente.

La scuderia Ramingo 4×4 aveva in gara molti equipaggi in prevalenza su Suzuki Vitara, ed anche la vettura vincitrice condotta da Andrea Alfano e Stefano Rossi. Gran bella prova! Infatti per questa seconda gara, Andrea e Stefano hanno scelto una Suzuki Vitara, ed il risultato è stato ottimo. Questo veicolo si è dimostrato molto adatto al tipo di percorso, stretto, intricato, impegnativo ed affascinante, come quello sardo.

Tutte le classifiche sono disponibili sul sito ufficiale https://www.terredigallura.it