HELLAS RALLY 2019 

HELLAS RALLY 2019 

Una competizione molto intensa, quella appena conclusasi in Grecia nella regione di Evritania. Infatti Karpenisi è stato il quartier generale dell’Hellas Rally 2019; qui 205 concorrenti, divisi in varie categorie, si sono dati appuntamento per una gara di 7 giorni molto intensa. 

Ma andiamo con ordine, una volta giunti al complesso sportivo di Karpenisi, si sono svolte le verifiche tecniche ed amministrative, come tradizione vuole; dopodichè un primo giorno con alte verifiche, uno splendido prologo di 35km attorno alle montagne di Karpenisi e la sfilata di ogni concorrente lungo la via del centro storico della piccola località sciistica.

Tra i concorrenti partecipanti le moto sono state le regine, nelle varie categorie si contano ben 150 centauri, solamente 9 quad e ben 46 SSV. Naturalmente le nazionalità presenti ricoprivano praticamente tutta Europa, ed anche l’Italia era ben rappresentata in ogni categoria. Infatti tra gli SSV, notevole la presenta di team di collaudata esperienza come Ettore Venture navigato da Angelo Montico su Yamaha ed ancora Ruggero De Piccoli sempre su Yamaha.

HELLAS RALLY 2019 – TAPPA GIORNO 2

Dopo il prologo, la prima tappa è stata molto interessante, definita da tutti i concorrenti molto lunga ed intensa, da Karpenisi, un trasferimento di ben 2,8km portava i concorrenti allo start della prima prova speciale di 159km fino a Plastira, sulle sponde dell’omonimo lago.

La bellezza del paesaggio, ed il clima freddo ma soleggiato hanno reso il tracciato ancora più interessante e divertente; poi un’ora  per il riordino ed il trasferimento su asfalto fino allo start della seconda prova cronometrata, con altri 160km.

A fine giornata tutti gli equipaggi erano piuttosto segnati dalla prova lunga, caratterizzata da piste ampie e continui saliscendi tortuosi tra le montagne ed all’ombra della alte e verdeggianti conifere.

HELLAS RALLY 2019 – TAPPA GIORNO 3

La terza giornata dell’Hellas Rally ha avuto inizio con una bella prova speciale partita a 7km dal bivacco, fino a Smokovo e ritorno; per un totale di 265km. Le condizioni meteo hanno offerto un tempo variabile, ma freddo; pertanto non è mancato il fango, il vento, la polvere. Così ci sono stati anche problemi di navigazione, soprattutto dove la possibilità di andare fuoripista lungo le verdeggianti colline offriva diverse piste più o meno segnate. La giornata non è stata delle più proficue per il Team italiano Quaddy, di Ettore Venture e Angelo Montico; infatti il loro Yamaha ha rotto il motore e costretto l’equipaggio a dare forfait.

HELLAS RALLY 2019 – TAPPA GIORNO 4

Una giornata decisamente intensa, la più lunga di tutto il Rally. Oggi infatti gli equipaggi ancora in gara hanno affrontato due prove speciali tra picchi montani, ove c’era ancora un po’ di neve, fiumi e guadi. Insomma tutto un concentrato di ciò che la Grecia ha di più bello da offrire in termini di off road!

I partenti per questa tappa sono ancora 190, e hanno coperto un tracciato di ben 256km nella prima prova speciale, un trasferimento con riordino di un’ora e poi altri 142km per ridiscendere le montagne da Domnista ad Agio Nicholaos e finalmente di nuovo al bivacco di Karpenisi.

Tra le moto, nella classifica assoluta troviamo in seconda posizione l’Italiano Leonardo Tonelli, che si mantiene costante e vince anche le speciali. Nella categoria dedicata alle 4 ruote la lotta tra la Svizzera e la Francia è piuttosto accesa e così regna sovrano il marchio Can Am, mentre il Yamaha di Jerome Pelichet si mantiene saldamente al secondo posto. Risale la china anche il Can Am dell’israeliano Guy Buitton che si assesta al quarto posto, dopo la fuoriuscita di pista della tappa precedente, quanto mai spettacolare e fortunata sia per il mezzo che per l’equipaggio. 

HELLAS RALLY 2019 – TAPPA GIORNO 5

Sono passate quattro giornate di gara, decisamente dure, tanto che l’organizzazione ha deciso di accorciare la tappa numero 5; ha quindi proposto una sola prova speciale: da Karpenisi a Makrakomi con un totale di 110km e poi un trasferimento di 30 km su asfalto per il rientro al bivacco. Questa soluzione è stata apprezzata da tutti i partecipanti alcuni dei quali nella tappa numero 4 sono rientrati quasi a notte; pertanto lavoro per rimettere in sesto il proprio mezzo non è di certo mancato.

Nel mentre in classifica troviamo alcuni cambiamenti, la vittoria ed il primo gradino del podio tra le moto vanno al bravissimo italiano Leonardo Tonelli con la sua Husqvarna FE501. Mentre nella categoria delle 4 ruote si conferma la classifica del giorno prima con lievi variazioni nei tempi.

Il primo equipaggio italiano è  Ruggero De Piccoli con Simone Agazze a bordo del Yamaha Quaddy Team, sesto; mentre nono è il pordenonese  Federico Butto sempre con Yamaha.

HELLAS RALLY 2019 – TAPPA GIORNO 6

L’Hellas Rally si può definire una delle gare più interessanti della stagione, sia per numero di concorrenti, sia per località e percorsi realizzati. La Tappa numero 6 ha portato tutti i partecipanti “superstiti” a percorrere due prove speciali. La prima da Karpenisi a Thermos lunga 102km; la seconda da Thermos a Karpenisi di ben 139km. Il paesaggio sempre estremamente suggestivo, altitudine toccate sino a 1781mt! Quassù le splendide ed alte conifere cedono il posto a montagne grigie ed erba molto rara, un paesaggio mozzafiato, un freddo incredibile ed ovviamente tanto rumore di motori che rombano ed avanzano seguendo un road book diligentemente preparato e anche molto facile da usare. Infatti i questi giorni molti piloti hanno commentato positivamente lo strumento di navigazione a loro disposizione. Ovviamente supportato dalla tecnologia del satellitare Stella, che ha permesso all’organizzazione di seguire da vicino tutti i mezzi sparsi sui versanti montani.

HELLAS RALLY 2019 – TAPPA GIORNO 7

Una lunghissima competizione, che ha permesso comunque a ben 187 dei 205 concorrenti partenti, di giungere al traguardo.

L’ultima tappa è stata piuttosto breve, giustamente, per permettere a tutti gli equipaggi di giungere al termine e festeggiare il traguardo, dopo gli ultimi 120km di gara. 

Ancora sterrati e lunghi saliscendi hanno accompagnato i piloti in questa ultima giornata. Non sono comunque mancati colpi di scena, infatti mentre tra le moto si conferma campione Leonardo Tonelli; nella categoria SSV la lotta durata 6 giorni tra Svizzera e Francia, si conclude con la vittoria dell’equipaggio svizzero.

Tutte le classifiche sono disponibili sul sito: www.hellasrally.org