Candelette di Preriscaldamento

Candelette di Preriscaldamento

Le Candelette di Preriscaldamento per i motori Diesel, sono una parte importante nella fase di accensione del nostro veicolo e naturalmente nulla hanno a che vedere con le candele, presenti su tutti i motori.

Infatti troviamo le candelette sui motori diesel con la precisa funzione di pre-riscaldare l’aria nei cilindri ed ivi compressa. Questo perché la composizione del gasolio, lo rende un combustibile che si incendia ad altissime temperature; perciò per ottenere un funzionamento perfetto, una resa ideale, ed una bassa emissione di gas incombusti è utile avere l’aria aspirata molto più calda.

Le Candelette – come funzionano

Di fatto le candelette sono delle resistenze che riscaldano l’aria, che raggiunge una temperatura più elevata (anche 700 – 900 gradi) e quindi compressa più rapidamente; così il gasolio iniettato all’interno del cilindro, una volta raggiunta la temperatura, si incendia. Il rapporto di compressione dell’aria nei motori diesel raggiunge anche 25 a 1, quindi una notevole differenza rispetto alla benzina. L’avvento dell’elettronica, ha favorito anche lo sviluppo tecnologico di questo “piccolo” accessorio dalle funzioni estremamente importanti; quindi nei motori diesel moderni troviamo una candeletta per ogni cilindro. Realizzate in acciaio al carbonio hanno una forma allungata con un filetto che viene avvitato; la gestione è affidata alle centraline, ed ovviamente consente la messa in moto del motore anche a temperature molto molto basse.

Candelette di preriscaldamento
La foto della candeletta è presa dal sito www.auto-doc.it

Un’altra funzione estremamente importante riguarda il modo in cui permette di bruciare il carburante, con un’emissione di residui inquinanti molto più limitata; proprio perché permette di “sfruttare” tutto il carburante a disposizione, grazie ad un maggior calore.

Le candelette iniziano il loro lavoro al momento in cui si avvia il contatto della chiave, una spia si accende e resta accesa dai 3 ai 5 secondi, proprio ad indicare che le candelette stanno lavorando; comunque lavorano anche durante la marcia del veicolo a volte, poiché a motore caldo contribuiscono alla rigenerazione del filtro antiparticolato.

Le Candelette – si devono sostituire?

La durata di questo pezzo può variare a seconda della modalità di utilizzo del veicolo; ci si rende conto che devono essere sostituite, perché usurate o danneggiate, quando il motore diesel fa fatica ad avviarsi. Nel momento della messa in moto sborbotta, dallo scarico esce fumo bianco, o magari proprio non si accende. Alcune case costruttrici consigliano il cambio delle candelette dopo 40 – 60 mila chilometri, ma di fatto bisogna sempre fare affidamento al meccanico di fiducia.