Nissan Qashqai

Nissan Qashqai

Guidare un veicolo Nissan è sempre un’esperienza positiva, così in attesa del nuovo Nissan Qashqai, di terza generazione, appena presentato al pubblico, abbiamo trascorso qualche giorno a bordo del Nissan Qashqai di seconda generazione.

Si sa, nell’ambito dell’automobile news online, si possono scoprire tante novità, così si leggono i dettagli dei nuovi veicoli; ma poter guidare, poter sedersi davanti ad un volante ed avere una libertà di movimento, così certa e confortevole, non è certo paragonabile alla semplice lettura delle notizie.

Nissan Qashqai look prima e poi

La seconda generazione di Qashqai la conosciamo bene, oramai sappiamo tutto di questo mezzo, con il suo motore 1.3 litri a benzina , 4 cilindri in linea, è un concentrato di dinamicità, nel rispetto dell’ambiente e nel confort di tanto spazio. Infatti Nissan Qashqai è lunga 4,42mt, larga 1,83mt ed alta 1,62 mt. Al suo interno 5 passeggeri ci stanno comodi e lo spazio per i bagagli non manca; infatti il bagagliaio va da 504 litri fino ad un massimo di 1580 litri. Quindi si può trasportare anche un mobile da montare volendo esagerare.

Ma in casa Nissan lo sviluppo e la tecnologia non si fermano mai e la generazione numero tre di Qashqai sarà una vera sorpresa; infatti ci saranno motorizzazioni mild hybrid, con una potenza da 140cv e da 158 cv. Sarà disponibile sia in versione due ruote motrici, sia 4 ruote motrici. Nel caso delle 4 ruote motrici sarà possibile abbinare un cambio automatico a variazione continua.

Ci sarà poi una versione full hibrid, chiamata e-Power che prevede un motore a benzina 1.5, il quale alimenta un generatore di corrente. Perciò il movimento alle ruote del veicolo verrà trasmesso dal motore elettrico con un potenza finale di 190cv.

La generazione due

In attesa di tutte queste interessanti novità, abbiamo usato la versione numero due per seguire una competizione nelle pianure del Friuli Venezia Giulia; dobbiamo quindi affermare che ci siamo davvero divertiti, lungo le strade sterrate, alla scoperta delle particolarità di luoghi come Aviano, Castel di Aviano, ed ancora la zona di campagna, con splendide ville dallo stile veneto , coltivazioni, campi da golf.

Uno scenario in cui Nissan Qashqai si è ben immerso, soprattutto nell’aspetto sportivo, infatti è stato interessante percorrere il tracciato di gara, e naturalmente seguire da vicino tutti i veicoli Nissan che partecipavano. In particolare all’Italian Baja Artugna 2020 hanno preso parte due Nissan Patrol  ed il Nissan Pathfinder del Team Rossi 4×4. La competizione, facente parte del campionato italiano cross country, ha visto la partecipazione di 45 veicoli nelle varie categorie; è stata vinta dalla Toyota Overdrive di Sergio Gallo Galletti del R Team.