115 anni di Skoda

115 anni di Skoda

Nel dicembre del 1905 Václav Laurin e Václav Klement presentarono la loro prima automobile, denominata Voiturette A. Così, dopo i successi ottenuti nella produzione di biciclette e motociclette sin dal 1895, iniziava una storia di successo nella produzione automobilistica; legata alla cittadina di Mladá Boleslav, dove oggi ha sede il quartier generale di SKODA AUTO. Infatti qui, ancora oggi, vengono prodotti numerosi modelli di successo, da FABIA alla gamma OCTAVIA, da KAROQ al nuovo SUV 100% elettrico ENYAQ iV. Nel solco della “SKODA 2025 Strategy” ;oggi SKODA AUTO sta organizzando la propria trasformazione da tradizionale costruttore di autoveicoli a “Simply Clever company for the best mobility solutions”.

Skoda dal 1895 Voiturette A

Nel 1899 alle due ruote a pedali si aggiunsero quelle a motore, con motori monocilindrici a benzina integrati nel telaio. Negli anni a seguire Laurin&Klement furono tra i pochi costruttori al mondo a offrire motociclette; con motori bicilindrici a V e quattro cilindri in linea e ottennero successo sia tra i clienti sia nelle competizioni.

Nel 1905, la società impiegava già 355 persone, su una superficie di 9500 metri quadri e con l’utilizzo di 206 macchine utensili. Nello stesso anno fu presentata la Voiturette A, prima automobile L&K, sviluppata nel corso dei 5 anni precedenti.

La versione definitiva, pronta per la produzione in serie sarebbe arrivata nella primavera del 1906, in occasione del Motor Show di Praga. Costruita su un robusto telaio a longheroni con assali rigidi e molle a balestra; montava un motore da 1.0 litri V2 raffreddato ad acqua, con una potenza massima di 7 CV. Il cambio a tre marce trasmetteva il moto alle ruote posteriori attraverso un giunto cardanico. Il peso complessivo era di circa 500 kg. Illuminazione, capote e diversi layout per i sedili e lo spazio per il carico erano disponibili in opzione. La produzione, dal 1905 al 1907 è stata di 44 unità, di cui cinque sopravvivono ancora oggi. Una di questa è esposta in modo permanente presso lo SKODA Museum di Mladá Boleslav.

Anche dopo l’ingresso di SKODA nella società e durante gli anni di nazionalizzazione dell’impresa in seguito alla Seconda Guerra Mondiale; Mladá Boleslav è rimasta il fulcro della produzione automobilistica dell’azienda, raggiungendo nel 1964 il traguardo delle 100.000 automobili prodotte. 

Skoda e Volkswagen

Nel 1991, l’ingresso di SKODA nel Gruppo VW ha segnato la definitiva trasformazione del Brand da produttore locale, leader del mercato con circa 200.000 esemplari costruiti ogni anno; all’odierno ruolo di player globale presente in oltre 100 mercati, con una produzione che ha raggiunto gli 1,24 milioni di automobili nel 2019. Oggi SKODA produce in Repubblica Ceca, Slovacchia, Cina, Russia, India e Ucraina.

Nel 2020 SKODA celebra i 125 anni dalla fondazione e offre una completa gamma di modelli frutto della più importante offensiva di prodotto della propria storia. Dal 2016 a oggi, SKODA ha presentato tre inediti SUV, KODIAQ, KAROQ e KAMIQ; ha portato su strada SCALA come nuovo modello di segmento C e OCTAVIA, best seller del brand, giunta alla quarta generazione.

Il processo di graduale elettrificazione della gamma, nel solco della SKODA Strategy 2025; è iniziato con il lancio nel 2019 della CITIGO a batteria e dell’ammiraglia SUPERB con motorizzazione plug-in hybrid. 

Mladà Boleslav

Lo stabilimento di Mladá Boleslav mantiene oggi un ruolo centrale nel programma di elettrificazione. Qui infatti sono prodotti i pacchi batteria agli ioni di litio destinati ai modelli plug-in SKODA e degli altri Brand del Gruppo VW e sono prodotte le nuove OCTAVIA e-TEC e OCTAVIA iV, che per la prima volta offrono propulsori mild-hybrid e plug-in hybrid. Sempre nel principale stabilimento SKODA nasce il primo SUV 100% elettrico di SKODA, ENYAQ iV, atteso sul mercato nel corso della primavera 2021. SKODA è oggi l’unico Brand del Gruppo VW in grado di produrre, parallelamente sulle stesse linee, modelli tradizionali basati sulla piattaforma MQB e modelli elettrici sulla nuova piattaforma MEB.