Aston Martin DB5 Goldfinger

Aston Martin DB5 Goldfinger

LE AUTO GOLDFINGERDB5 DI ASTON MARTIN PRENDONO FORMA

Aston Martin e il guru degli effetti speciali premio Oscar di EON Productions Chris Corbould OBE, stanno sviluppando insieme le 25 auto. Tra gli oggetti più eclatanti : targhe rotanti, uno schermo fumogeno posteriore e repliche di mitragliatrici

Per la prima volta in quasi 55 anni, Aston Martin torna a costruire una delle vetture sportive più iconiche al mondo; lo sviluppo dell’ingegneria continua sulle future monoposto GoldfingerDB5.

25 nuove DB5 Goldfinger

Aston Martin e EON Productions, società che produce i film di James Bond, stanno lavorando sulle 25 nuove auto che, oltre a essere notevoli come le DB5 di nuova generazione, presenteranno anche un’entusiasmante serie di gadget funzionanti visti per la prima volta sullo schermo nelle classiche avventure di James Bond Goldfinger.

 

Costruite presso la Aston Martin Works a Newport Pagnell, Buckinghamshire – la sede storica del marchio da più di mezzo secolo e il luogo in cui sono state prodotte tutte le 898 auto sportive DB5 originali tra il 1963 e il 1965 – i 25 modelli includeranno una serie di dispositivi funzionanti creati dal genio degli effetti speciali dei film di Bond, Chris Corbould OBE.

Mentre i lavori di sviluppo continuano, e la prima macchina di ingegneria prende forma negli edifici storici di Aston Martin Works, Chris e il suo team stanno affrontando le sfide del collaudo di portare le scene del cinema leggendario nel mondo reale.

 

Intervista a Chris Corbould

Chris ha spiegato: “La sfida principale è stata quella di ricreare i gadget dal mondo del cinema e trasferirli in un prodotto di consumo.

“Abbiamo una licenza nel mondo del cinema per” imbrogliare “diversi aspetti in condizioni controllate. Ad esempio, potremmo avere quattro macchine diverse per ospitare quattro diversi gadget. Ovviamente non abbiamo quel lusso su queste DB5 perché tutti i gadget devono lavorare sempre nella stessa auto. ”

La DB5 inclusa nel film Goldfinger includeva tutti i tipi di equipaggiamento “non standard” forniti da Q Branch, dagli arieti che uscivano dal paraurti anteriore a uno schermo posteriore a prova di proiettile retrattile e al sistema di erogazione sdolcinato.

Perciò le 25 vetture DB5 Goldfinger sono caratterizzate da una serie simile di “extra” – tutti gli equipaggiamenti di serie sulle nuove vetture, ovviamente – che il team di Chris Corbould sta perfezionando.

Ovviamente è soggetto all’approvazione definitiva dell’ingegneria, l’elenco dei gadget ispirati a Bond; che in ogni caso includerà queste caratteristiche familiari agli spettatori del classico successo del grande schermo del 1964. Sistema di consegna fumogena posteriore. Sistema di erogazione slick olio simulando posterior. Targhe girevoli anteriori e posteriori (piastre triple). Mitragliatrici gemellate anteriori simulate. Scudo posteriore antiproiettile. Batter gli ariete anteriori e posteriori.