logo motorsand png bianco
Cerca
Close this search box.

Hail Baja 2024

ventura Hail Baja

Hail Baja 2024 era la prima prova del campionato mondiale FIA Cross Country Bajas. Perciò teatro dell’apertura della stagione corsaiola 2024 era la splendida regione di Hail in Arabia Saudita.

Questa località, ospita numerosi eventi sportivi, sia motoristici sia di altro genere, una città molto moderna, seppur con un attenta visione della propria tradizione e cultura. Infatti non mancano tecnologie ed edifici ultramoderni, abbinati a siti storici patrimonio Unesco. Un contesto davvero unico e particolare per l’apertura del Calendario FIA 2024.

Hail Baja 2024  il programma di gara

Il quartier generale realizzato dalla Federazione Automobilistica della Saudi Arabia era davvero immenso, infatti il service park occupava l’interno parcheggio di uno degli hotel più grandi della città, il Millennium, che era interamente occupato dai partecipanti alla manifestazione. Nella stessa struttura c’erano poi le verifiche tecniche ed amministrative. Lo start era realizzato nel complesso fieristico a soli 2 km dal circuito che ha ospitato il prologo.

Quindi dopo il prologo di 6 km attraverso una pista pietrosa, veloce  e molto coreografica gli equipaggi iscritti si sono dati battaglia per due giorni attraverso un percorso mozzafiato nel deserto di Hail, tra sabbia, dune, dunette, piste, piste veloci, e tratti di piste pietrose tra le montagne. La prima giornata di gara prevedere una prova speciale di ben 302 km, con due trasferimenti per altri 190km. Mentre il secondo giorno la prova cronometrata era lunga 220 km e circa 180km di trasferimento.

Nel complesso queste prove speciali hanno creato diversi problemi soprattutto meccanici a molti concorrenti; mentre hanno offerto uno spettacolo incredibile al pubblico. In particolar modo le 4 Toyota Overdrive. Infatti il vincitore è stato il pilota locale Yazeed Al Rajhi navigato da Timo Gottschalk. Il leader, tanto amato dai fans locali ed anche dal pubblico di mezzo mondo, oltre ad essere sempre disponibile e simpatico nei momenti di relax al service park; sa essere un vero sportivo ed in gara non si risparmia.

 

Hail Baja 2024  i concorrenti

Come abbiamo già detto, il vincitopre assoluto è stato Yazeed Al Rajhi con Timo Gottschalk e la loro Toyota Overdrive. Ma non sono mancati i concorrenti provenienti da mezzo mondo. Infatti un’altra Toyota aveva a bordo Yacopini dall’ Argentina; inoltre dallo stesso paese Fernando Alvarez su un Can Am. E sempre su un can am maverick è arrivato dall’Equador Brad Salazar, navigato da Marco Guerron Coronel. Questo equipaggio ha fatto davvero molta strada ed a bordo del loro mezzo del Team RX Sport, hanno mantenuto un’andatura costante concludendo sul podio di categoria la gara alla loro prima partecipazione.

Più sfortunata, invece, la gara dell’italiano Amerigo Ventura alla sua prima esperienza in questo deserto, non ha avuto fortuna. Infatti ha rotto diversi semiassi ed il secondo giorno si è visto costretto a ritirare il suo Yamaha Blu dalla gara. Problemi meccanici che si sono sommati al cambio di navigatore; poiché nella nuova stagione il duo Ventura/Brun non sarà più assieme, Amerigo ha scelto un navigatore locale, che non ha fatto assolutamente un buon lavoro, ed ha creato grossi problemi di navigazione al pilota.

Non propriamente positiva nemmeno la gara dell’equipaggio femminile formato da Mathilda Lauwens e Syndiely Wade; il loro Can Am Maverick infatti ha avuto dei problemi di surriscaldamento. Pertanto la prima tappa le ha viste rientrare con anticipo e quindi prendere molte penalità. Ciò nonostante, la determinazione delle due bravissime ragazze ha fatto si che nel giorno successivo le cose andassero meglio e quindi sono giunte al traguardo sul podio.

 

Hail Baja 2024 la cerimonia finale

Tra tutti gli equipaggi che hanno preso il via, oltre un centinaio tra auto, moto, quad, ssv; è stato comunque alto il numero dei classificati. Quindi la cerimonia conclusiva si è svolta in un clima molto festoso ed un cerimoniale incredibile, alla presenza di autorità politiche e militari, tra luci, suoni, fuochi d’artificio, cibo e saluti, in lingua prevalentemente araba, tutti gli equipaggi hanno sfilato sul podio per ritirare i premi, i trofei e le medaglie. Tra costoro non è mancato l’equipaggio proveniente dall’Equador formato da Brad Salazar e Marco Guerron Coronel con un can am maverick del team RX Sport. Tanta strada per iniziare un campionato mondiale nel migliore dei modi. Infatti la competizione organizzata dalla Federazione Automobilistica della Saudi Arabia era perfetta sotto ogni punto di vista.

Tags :

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Telegram

Ultime notizie

Mitsubishi ASX 2 Serie
Prove

Mitsubishi ASX MY2024

  La Mitsubishi ASX fa il suo nuovo ingresso sul mercato; dopo un lungo periodo

cerchi kia sorento
Prove

Nuovo Kia Sorento

Il Nuovo Kia Sorento ha fatto il suo debutto italiano sulle rive di Viareggio. Infatti

fanali kia e ruota
Prove

Kia Sportage Hybrid AWD

La Kia Sportage Hybrid AWD è un suv davvero eccezionale; comodo, pratico ed estremamente spazioso.

Traduci