logo motorsand png bianco
Cerca
Close this search box.

Mahle Eco Rally 2023

START ECO RALLY

Il Mahle Eco Rally 2023 si è svolto in Slovenia, durante il primo weekend di settembre. Giunto alla sua sesta edizione ha avuto un notevole successo di partecipanti e di pubblico. Infatti ai nastri di partenza si sono presentati equipaggi provenienti da dieci diverse nazionalità europee. Perciò oltre una ventina di vetture rigorosamente elettriche si sono sfidate lungo il percorso; per vincere il titolo e concorrere nel campionato FIA Eco Rally Cup.

FIA Eco Rally Cup  2023

Il Mahle Eco Rally è una prova iscritta al calendario Fia Eco Rally, il primo campionato mondiale dedicato ai veicoli elettrici. Il calendario complessivamente conta 9 prove durante l’anno, di cui una sarà in Italia a Novembre, le altre si sono svolte in Spagna, In Francia e questa appunto in Slovenia. Il campionato è molto seguito dagli appassionati di veicoli elettrici ed i partecipanti sono molti. Infatti in Slovenia sono giunti veicoli da tutta Europa. Dalla Francia, dalla Spagna, ed ancora Belgio, Bulgaria, Romania, Repubblica Ceca e tutti rigorosamente via strada.

La particolarità di questo tipo di Rally, infatti non è la velocità ma il tragitto realizzato mantenendo la media stabilita dall’Organizzazione, e consumando il minor quantitativo di energia possibile.

Ecco quindi che sui veicoli vengono installati sensori, alcuni esterni, oltre agli strumenti che forniscono il monitoraggio constante della velocità, della media e dei consumi di energia appunto.

I delegati FIA provvedono a controllare ogni singolo veicolo tramite la compagnia Anube che procede da remoto alla triangolazione dei dati per fornire in tempo reale posizione dei veicoli, consumi energetici, traiettorie e soprattutto il mantenimento della velocità media imposta dal roadbook dell’Organizzazione.

E’ facile, perciò comprendere quanto sia difficile il lavoro del navigatore, molto più impegnato rispetto al guidatore, che deve solamente mantenere il veicolo (lento) nella traiettoria più giusta per percorrere meno strada e consumare meno energia possibile. Si possono, così vedere veicoli che girano con i finestrini aperti per non utilizzare il climatizzatore; tutti naturalmente controllano la pressione degli pneumatici, evitano di portare appresso in auto bagagli o comunque peso superfluo; inoltre tutti si dotano di strumenti per la misurazione della media e della velocità affidabili ma gestibili con il cellulare.

Mahle Eco Rally 2023 – il programma

La competizione in Slovenia è stata davvero molto interessante e molto bella. Infatti il percorso di questa edizione, permetteva di scoprire gran parte del territorio sloveno; gli ampi e verdeggianti paesaggi del Collio, a ridosso del confine con l’Italia. Dalle vigne si è passati alla storia con l’attraversamento del ponte di Mos Na Soci, il ponte in pietra più antico e con l’arcata unica più grande d’Europa.

Ma non solo, la prima tappa prevedeva un riordino nella cittadina di Kobarid, e quindi perché non visitare il museo di Caporetto?! Il primo giorno le prove cronometrate son ostate 4 nella mattinata e due nel pomeriggio, quando tutti i mezzi hanno fatto ritorno a Nova Gorica, per entrare in parco chiuso. Parco che oltre ad essere chiuso era anche “elettrificato”; infatti tutti i mezzi avevano a disposizione la propria colonnina per ricaricare fornita dall’Organizzazione.

La seconda giornata ha visto i concorrenti scendere verso il mare della Slovenia e visitare le bellezze delle colline fino a Capodistria, con un totale di altre 9 prove cronometrate. Prove che hanno messo a dura prova ogni singolo navigatore; infatti durante il riordino si respirava la tensione e la concentrazione per gli ultimi conteggi. Ma alla fine tutti sono stati molto contenti sia della competizione, sia dell’ospitalità della terra di Slovenia; infatti gli organizzatori, AMD Nova Gorica, hanno offerto una manifestazione unica ed un percorso veramente coinvolgente.

Mahle Eco Rally 2023

Tutti gli equipaggi, hanno affermato che la competizione era organizzata davvero bene, e tutti hanno apprezzato le soste nelle località storiche più belle della regione. Ma una volta a bordo del proprio veicolo non sono mancate le sfide. Così alla fine della gara sul primo gradino del podio troviamo l’equipaggio sloveno di Spacapan/Kobol su Kia E-Niro, seguito dallo spagnolo Conde Pujana/Bermudez su Kia E-Niro; il terzo gradino del podio ha visto il trionfo della Renault Zoe di Makarovic; mentre il primo italiano si è classificato quarto. Si tratta di Guido Guerrini e Artur Pursak con la Kia E-Niro; costoro hanno condotto una gara esemplare, infatti se la classifica si fosse basata esclusivamente sulle medie sarebbero stati sul primo gradino del podio; ma i coefficenti utilizzati per il calcolo dei consumi li hanno penalizzati.

Nel complesso la tipologia di veicoli presente in gara ha visto senza dubbio il trionfo del marchio Kia, ma non sono mancate  le Volkswagen ID 3 ed ID4, le Hyunda Ioniq4 e Ioniq5, la Polestar2, la Opel con le Astra e soprattutto la Ford con le Mustang Mach4.

Tags :

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Telegram

Ultime notizie

Hellas Rally 2024
Gare

Hellas Rally 2024

L’Hellas Rally 2024 si è appena concluso, sulle rive di un mare blu, nella regione

Austral E-tech e faro
Prove

Renault Austral E-Tech

Il nuovo SUV Renault Austral E-Tech 1.2 Hybrid, un vero e proprio gioiello adatto a

Traduci