logo motorsand png bianco
Cerca
Close this search box.

RALLY ALPI ORIENTALI 2023

Alpi Orientali

Il Rally Alpi Orientali quest’anno è giunto all’edizione numero 58; un’edizione davvero bollente, sotto ogni punto di vista. Infatti avendo anticipato lo svolgimento di ben due mesi; la kermesse ha avuto luogo a luglio in uno dei momenti più caldi degli ultimi decenni. Questo aspetto ha influito su tutti i partecipanti, sugli organizzatori e su tutti gli operatori; nonostante le condizioni meteo, la manifestazione è stata molto interessante ed ha accolto il favore di concorrenti e pubblico.

RALLY ALPI ORIENTALI – programma

La manifestazione, come da tradizione, aveva il quartier generale nella bellissima e storica città di Cividale De Friuli. Qui la sede delle verifiche tecniche ed amministrative, oltre al parco assistenza, hanno popolato la città storica, con un numero elevatissimo di mezzi. Infatti oltre ai 127 concorrenti in gara, dobbiamo contare tutti i veicoli per il trasporto degli stessi, tutti i mezzi assistenza e supporto, perciò oltre duemila persone coinvolte.

La manifestazione ha avuto inizio con il passaggio sul palco e la presentazione di equipaggi e vetture; poi lo shakedown ha permesso a chi voleva di scaldare i motori e prendere confidenza con il terreno di gara. Al pomeriggio di sabato una prova special chiamata Trivio e lunga ben 14 km ha visto l’inizio delle sfide sia per le auto moderne sia per le auto storiche. Questa prova è stata ripetuta due volte da tutti i concorrenti. Mentre domenica le prove speciali erano altre due la “Valle di Suffunbergo” lunga 7,4 km e la “Canebola – Masarolis” lunga 14km. Questo tracciato ha visto il transito di due giri delle auto moderne e ben tre giri delle auto storiche; quindi lo spettacolo non è mancato ne per il pubblico locale ne per gli appassionati.

RALLY ALPI ORIENTALI – i partecipanti

Come abbiamo detto due rally in uno, quello storico e quello moderno. Nella prima categoria ben 50 veicoli, che hanno fatto la storia del mondo rallistico, come la Lancia Stratos, o la Lancia 037, per non dimenticare la piccola Fiat 127. Veicoli piccoli, colorati ed amati da tutti.

Nella categoria delle vetture moderne, di certo non mancano i colori, ma soprattutto i cavalli, la potenza ed un suono incredibile dei motori. In questa categoria il dominio incontrastato è stato quello delle Skoda Fabia che hanno guadagnato il primo ed il terzo gradino del podio; rispettivamente con Marco Signor e Patrick Bernardi al primo posto; Edoardo De Antoni e Maroc Del Torre al terzo posto; mentre secondo posto per la Hyundai di Bravi/Bertoldi. Le classifiche dettagliate sono disponibili sul sito della gara.

Una grande gara è stata anche quella di Giampaolo Boria ed Erica Furlan, sempre con la Skoda Fabia R5, una grande ripresa dopo la difficile sconfitta a Belluno; nonostante il caldo che ha reso difficile la concentrazione per l’equipaggio, la classifica finale li vede al settimo posto assoluto, davanti ad altre due Skoda; tra qui la Fabia dell’unico equipaggio turco. Infatti il team BC Vision di Burak Cukurova e Burak Akay, ha corso questa gara per la prima volta ed alla fine della manifestazione si è dichiarato molto soddisfatto. Perciò il pilota ha ringraziato l’organizzazione dell’evento, ma soprattutto il team maneger Eneo Giatti, che ha saputo scegliere una gara bella e difficile al tempo stesso.

Tags :

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Telegram

Ultime notizie

Lato sandrider
News

DACIA  Sandrider 

DACIA, Sandrider presentato al Salone internazionale di Ginevra Ispirato alla concept car Manifesto, il laboratorio

Yellow Nissan Juke
News

Yellow Nissan Juke

Yellow Nissan Juke, ritorna sulle strade europee il colore sportivo di Nissan, quindi allacciate le

MG3 Hybrid
News

MG3 Hybrid+

MG3 Hybrid+ è il primo full hybrid MG; ed  ha fatto il suo debutto al

Traduci