ECOTOUR CARNIA

ECOTOUR CARNIA

Nonostante una stagione difficile per il turismo questa dell’estate 2020, è  ripartita, l’inziativa del Fuoristrada Club TolmezzoEcotour Carnia 4×4”.

L’evento è iniziato applicando tutte le precauzioni sanitarie imposte dalle varie leggi in vigore al momento; ovvero il distanziamento all’interno della vettura e l’uso delle mascherine, la sanificazione giornaliera dei veicoli.

Un’attività quella del Sodalizio Carnico,  che permette a chi non ha molta facilità di movimento di esplorare la Carnia; così come alcune aree montane del Friuli Venezia Giulia; il tutto a bordo di splendidi veicoli 4×4, ecologici, funzionali e comodi; od a bordo di veicoli ibridi elettrici a basso impatto ambientale.

Infatti senza questi veicoli a disposizione, per molte persone, che non sono in grado di arrampicarsi, o camminare per molte ore, visitare gli alpeggi, i rifugi montani sarebbe praticamente impossibile.

Grazie a questa idea del Fuoristrada Club Tolmezzo, oramai decennale, chiunque può godere delle splendide viste e dei panorami delle nostre favolose montagne.

Uno sguardo all’ultimo veicolo arrivato

Quest’anno, date le richieste dei turisti, è stato affiancato anche un veicolo a due ruote motrici, una KIA Xceed. Questo crossover  Euro6 con bassissime emissioni nocive, accompagna i richiedenti in località ove non è necessario un fuoristrada; come le sorgenti del Piave del Monte Peralba nei pressi di Sappada, ed alcuni altri itinerari . Interessanti quest’anno – sempre su strade facilmente percorribili – le montagne di Pani o la visita di Sella Chianzutan.

La formula dell’Ecotour Carnia è sempre simile, ovvero la partenza dei tours avviene da Tolmezzo il mattino alle 9; assieme al gruppetto composto si decide l’itinerario, all’ora di pranzo è prevista una sosta in malga o rifugio per mangiare; poi nel pomeriggio si rientra a Tolmezzo e ci si prepara per il giorno successivo.

Quest’anno, come d’abitudine le gite sono iniziate a luglio, e, tempo permettendo si protrarranno sino alla fine di settembre.

Il nuovo mezzo entrato nel parco auto di Ecotour Carnia, come dicevamo è una nuova KIA Xceed; il motore modernissimo limita moltissimo le emissioni e si pone tra i meno inquinanti della categoria.

Trattandosi di un Crossover, la Xceed risulta alto da terra circa 20 cm, il che permette di affrontare leggeri sterrati; ma consente anche di salire e scendere dal veicolo con facilità a persone anziane o limitate nei movimenti.

Come dicevamo l’uso di un veicolo non fuoristrada ci permette di visitare località fantastiche servite comunque da strade asfaltate o sterrati non impegnativi. Un esempio è l’escursione alle sorgenti del Piave, alle falde del monte Peralba nei pressi di Sappada.

Uno dei percorsi disponibili

E proprio di Sappada vogliamo parlare, poiché trattasi di una perla del turismo estivo ed invernale; località appena entrata a far parte della Regione Friuli Venezia Giulia. A Sappada, nella stagione estiva si possono praticare una moltitudine di attività, alla portata di tutti.

Si può godere di una camminata attraverso le Borgate storiche di Sappada; alcune delle quali, concentrate nel cuore del paese, formano uno dei Borghi più bellid’Italia.Oppure scegliere una escursione in quota alla scoperta dei Laghi d’Olbeo, come dicevamo, una al Monte Peralba.

Gli appassionati di pesca sportiva hanno a loro disposizione il “laghetto delle trote”,attrezzato anche per cucinare sul barbecue quanto appena pescato.

I boschi, nei mesi di Agosto e Settembre, sono ambita meta per i cercatori di funghi! E se invece ci si vuole tuffare nel passato, bastano pochi passi a Cima Sappada, un gioiello impreziosito dai balconi fioriti che sembrano i più bei quadri dipinti con i colori più sgargianti.

Da non perdere i migliori ristoranti di Sappada: quei posti dove poter immergersi nelle caratteristiche atmosfere di montagna, facendosi avvolgere e coinvolgere in un clima di calore e serenità; assaporando piatti squisiti e assolutamente genuini.

Una caratteristica importante: la gastronomia

La tradizione enogastronomica di Sappada si caratterizza per la presenza di numerose specialità; dai canederli alle minestre, fino alle pietanze a base di selvaggina accompagnate da gustosi contorni tra cui primeggiano i funghi. Da non dimenticare comunque  il radicchio di montagna e la tradizionale polenta; e poi ancora dolci tipici e formaggi di produzione locale che appagheranno anche i palati più esigenti.

Per concludere e conoscere meglio, Sappada è un’isola linguistica germanofona, sorta intorno all’anno Mille da insediamenti di gruppi provenienti dal Tirolo e dalla Carinzia.
La leggenda vuole che si trattasse di profughi, fuggiti dal villaggio di Villgraten per sottrarsi alle vessazioni dei Signori locali; mentre alcuni studiosi ritengono che si trattasse di coloni, attratti dai giacimenti minerari di cui un tempo la valle era ricca.

Quindi una tappa a Sappada approfittando delle gite Ecotour Carnia è assolutamente necessaria nel periodo estivo. Per prenotazioni è possibile contattare il Fuoristrada Club Tolmezzo alla mail: info@fuoristradaweb.com. Notizie turistiche sono disponibili sul sito Turismo FVG.