GP ICE RACE 2019

GP ICE RACE 2019

GP ICE RACE

Dopo 45 anni torna a Zell am See (Austria) la splendida competizione sul ghiaccio: GP Ice Race.

Sabato 19 e domenica 20 gennaio, sul circuito interamente di neve e ghiaccio, si sfideranno campioni di tutti i tempi, su veicoli di tutte le categorie. Ci saranno veicoli storici, e veicoli moderni; non mancherà il marchio Porsche ed i nomi più importanti dei circuiti automobilistici. Le iscrizioni sono ancora aperte, sul sito si può trovare i moduli ed il programma; l’elenco iscritti sarà reso noto solo a chiusura delle iscrizioni.

Raggiungere Zell am See dall’Italia è facile, infatti dista poco più di 200km dal confine italiano di Tarvisio, sull’autostrada verso Salisburgo.

GP Ice Race

GP ICE RACE STORIA

La storia di questa sfida motoristica sul ghiaccio nasce dal lontano 1937, quando ci fu la prima motoslitta che attraversò il Zeller See. Nel 1952 Paul Schwarz vince il titolo del nuovo campionato  Porsche Memorial Skijoring Race. E’ nel 1953 anche le auto sono ammesse a partecipare alla seconda edizione del campionato. Nel 1956 il campionato entra nel calendario internazionale. Nel 1957  ben 5 mila visitatori partecipano all’evento; inoltre  viene stabilito il record di velocità di 102.3 km/h. ottenuto da Otto Mathè. Sarà Otto Lantenhammer  a battere questo record con 109.7km/h nel 1964. Record che durò per ben nove anni; infatti solo nel 1973 Borje Sjobom riesce a raggiungere la velocità di 114.2km/h. Poi le cose cambiano, poiché a causa della crisi petrolifera nel 1974 la competizione viene sospesa.

E’ molto significativo, quindi, il fatto che nel 2019 la Greger Porsche Classic Cars GMBH riproponga il GP ICE RACE nuovamente in Zell am Zee. Questa località austriaca vanta una grande storia automobilistica ed un evento di questo tipo sarà veramente spettacolare.

Per informazioni ed iscrizioni all’evento si può visitare il sito www.gpicerace.com; qui si trovano anche notizie sulla società organizzatrice fondata da Ferdinand Porsche, pronipote dell’ingegnere H.C. Ferdinand Porsche e dall’appassionato di auto classiche Vinzenz Greger.