HELLAS RALLY FLOTTA MEDICA

HELLAS RALLY FLOTTA MEDICA

Hellas Rally: durante una competizione motoristica possono sempre sorgere dei problemi, ed alle volte non solo di navigazione o meccanici ai mezzi, ma anche “meccanici” alle persone.

L’Hellas Rally è senza dubbio una delle gare in cui la sicurezza è al primo posto; infatti per realizzare un tracciato sicuro il Team capitanato da Meletis Stamatis inizia il lavoro prima dell’inverno. Le ricognizioni ed il road book sono al centro dell’attenzione per lungo tempo, sono molte le giornate dedicate al percorso.

Lo staff impiegato nella competizione è internazionale, infatti la strumentazione di navigazione è affidata al team spagnolo dello Stella; i commissari di percorso sono greci supportati da commissari ed ex piloti italiani; lo staff medico viene dalla Repubblica ceca.

LOCALIZZATORE STELLA

Uno strumento grande come un pacchetto di sigarette, che si installa velocemente su ogni veicolo; trasmette un segnale di posizionamento, di modo che al centro di controllo gli organizzatori sappiano sempre in tempo reale dove si trova ogni concorrente. Naturalmente vengono monitorati anche eventuali tagli di percorso, rispetto alla traccia stabilita; così come sbagli di navigazione e quindi percorsi diversi dal road-book, che eventualmente gli equipaggi possono percorrere per sbaglio.

In caso di necessità i piloti possono comunicare con la sala operativa attraverso i pulsanti di emergenza che sono posizionati sullo strumento; perciò sono sempre in continuo contatto con l’organizzazione ufficiale di gara.

MEDICAL SERVICE DAVEPO

L’Hellas Rally è una gara che negli ultimi anni è cresciuta notevolmente, le prime edizioni contavano sul supporto medico di alcune ambulanze locali ed una sola ambulanza 4×4. Con oltre 200 concorrenti, anche la flotta medica è aumentata e grazie al servizio del Medical Service Davepo della repubblica ceca, il risultato dell’edizione 2019 dell’ Hellas Rally è stato molto positivo. 

Dopo un lavoro di preparazione, durato alcuni mesi, i mezzi schierati sul percorso e giunti a Karpenisi da Cestin (CZ) sono stati ben 7 con un totale di 17 persone specializzate impiegate. Infatti due erano le ambulanze stradali; 4 le ambulanze fuoristrada (Toyota 4×4) interamente modificate e quindi dotate di tutte le attrezzature mediche del caso. Inoltre c’era un quad con apposito carello per trasporto barella e medicinali di primo intervento. Tutto il personale è formato da paramedici, che hanno una notevole esperienza in fatto di interventi di primo soccorso durante manifestazioni motoristiche in ogni dove.

Tutto il team capitanato dalla dottoressa Hanna Oliva, che ha trascorso ogni singola giornata davanti ai monitor con i tracciati di gara ed il rilevamento dei concorrenti lungo il percorso ed ha coordinato il movimento dei mezzi sul tracciato.

Gli interventi, quindi sono stati molto precisi, poiché tutti i paramedici e gli autisti erano in grado di conoscere nel dettaglio il percorso e muoversi con facilità e rapidità.

Il sito ufficiale del Medical Serivce Davepo è www.medicalservicedavepo.cz