Isuzu D-Max

Isuzu D-Max

 

L’Isuzu D-Max nella nuova configurazione è davvero un “piccolo” gioiello. Un pick-up che si disimpegna bene in ogni situazione ed è attento all’ecologia ed ai consumi.

Per ampliare la sezione  automobile news online, abbiamo trascorso un lungo periodo con il pick-up D-Max Solar versione con cambio automatico a sei rapporti e dobbiamo dire che ne siamo rimasti piacevolmente sorpresi.

ISUZU D-MAX tecnologia

Il motore di questo pick-up è quello con la cilindrata più bassa della categoria; si tratta di un 1.9 litri turbo diesel, da 164 cavalli; che muove un veicolo non pesante a vuoto; ma a pieno carico sul cassone posteriore può portare sino a 995kg. La coppia massima è, ovviamente, ridotta, rispetto alla precedente versione con motore 2.5; infatti ora Isuzu D-Max può vantare una coppia max di 360Nm. Questa caratteristica all’inizio può sembrare negativa, visto che la spinta iniziale ne risente un po’; di fatto però il nuovo Isuzu DMax pesa anche un centinaio di chili in meno rispetto al predecessore.

Il cambio automatico, in realtà, non migliora il discorso della spinta iniziale, ma rende poi la guida fluida e confortevole ed alla fine quando si passa al conteggio dei consumi si resta piacevolmente sorpresi. Infatti anche con le dimensioni generose che Isuzu D-Max offre, i consumi si aggirano su una media di 11,5km con un litro di gasolio.

Dicevamo delle dimensioni: Isuzu D-Max , sopranominato “Maxy-matic”, è lungo 5,30 mt, largo 1,86mt ed alto 1,78 mt; perciò sa concentrare su di sè spazio, comfort, mobilità ed anche divertimento di guida.

ISUZU D-MAX daily use

Abbiamo usato il nostro Isuzu D-Max “Maxy-matic” per un periodo piuttosto lungo, quindi gli impieghi sono stati molti e diversi: dalla semplice spesa al supermercato, alle piste fuoristrada per scoprire i luoghi più nascosti e suggestivi delle nostre terre; passando per gli alvei dei fiumi durante competizioni sportive internazionali. Insomma di tutto un po’ e tutto molto bene, grazie alla versatilità del nostro pick-up. Infatti in off road impegnativo la coppia più bassa si è rivelata molto utile, solo in una circostanza abbiamo sentito la mancanza del bloccaggio del differenziale posteriore, che su questo modello non c’è; ma di fatto abbiamo risolto con qualche manovra in più.

Siamo poi andati in visita ai vigneti della regione Friuli Venezia Giulia e mai veicolo si può definire più idoneo; di fatto alcuni viticoltori lo hanno ammirato da vicino, decisamente interessati; tanto da domandarci nel dettaglio il costo. Ed anche questa è una caratteristica positiva, infatti Isuzu D-Max nella versione Solar Crew cab (quindi 5 posti) parte da 22 mila euro. Prezzo interessante e molto competitivo, per tutto quello che il veicolo offre.

Continuando poi il nostro viaggio attraverso le particolarità del Friuli, siamo andati alla ricerca di alcuni tratti di piste ciclabili, quindi abbiamo apprezzato moltissimo il cassone posteriore, per la sua altezza da terra e profondità delle sponde. Caricare 4 bici è veramente pratico, facile; inoltre si incastrano alla perfezione, e non è necessario alcun accessorio in più per fissarle. Il cassone è dotato di serie di 4 ganci laterali che aiutano in questo. Se si vuole caricare qualche cosa di più è indubbiamente possibile, come ci ha suggerito un agricoltore che ci voleva caricare una “balla” di paglia appena realizzata con la sua immensa mietitrebbia. Abbiamo gentilmente declinato, ma a livello di dimensioni e di peso è sicuramente fattibile.