Castelli 2 Ford Tourneo

Castelli  2 Ford Tourneo

Castelli in Friuli Venezia Giulia – 2 Ford Tourneo

Dopo la scoperta di alcune perle architettoniche in provincia di Udine, ci siamo diretti in provincia di Trieste; di cui la splendida città è capoluogo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Per visitare questa affascinante città ed i suoi sali scendi stretti e tortuosi abbiamo scelto un veicolo diverso: il Ford Tourneo Custom con motorizzazione ibrida.

A primo impatto può sembrare un veicolo poco adatto a questo scopo; in realtà si è dimostrato un mezzo veramente unico, comodo e confortevole; ma soprattutto sorprendentemente agile nel muoversi all’interno delle viuzze che caratterizzano il nostro itinerario. Infatti il raggio di sterzata è talmente stretto che quasi quasi gira su se stesso; perciò manovrare risulta molto facile. Il tutto grazie anche ad uno sterzo leggerissimo ed ad ampi finestrini e specchietti che permettono ampia visibilità.

CASTELLO DI MIRAMARE

Naturalmente il nostro percorso inizia dallo splendore del Castello di Miramare, risalente al secolo XIX, caratterizzato dalle bianche torri. La costruzione di questo magnifico palazzo iniziò nel 1856 per volere dell’arciduca Massimiliano d’Austria e fu completato nel 1860. Il progetto fu realizzato da Carlo Junker e completato dall’architetto Antoni Hauser, ma sempre seguito con estrema passione dall’arciduca; infatti costui amante del luogo fu molto attento anche nella realizzazione del parco circostante di ben 22 ettari.

Oggi l’intera dimora è visitabile, così come il parco che ospita sezioni universitarie, un parco marino ed il museo di biologia marina. Una giornata trascorsa all’interno di questo luogo infonde magia e storia nella mente; inoltre offre un paesaggio mozzafiato a 360 gradi.

Il Ford Tourneo trova posto tranquillamente nel parcheggio adibito ed è facile poi passeggiare sino al Castello e visitare il luogo.

Dopodichè si prosegue lungo la costa per un tratto e si attraversa la città, con il suo traffico, fino a giungere sulla parte alta dove si trova il Castello di San Giusto.

CASTELLO DI SAN GIUSTO

La prima rocca di San Giusto fu costruita in epoca medioevale dai veneziani, anche se di fatto fin dalla preistoria su questo colle ci furono insediamenti di castellieri. Nel 1381 il patriarca di Aquileia decise di abbatterla e fu poi solo nel 1470 che Federico III d’Asburgo la fece ricostruire. Ci furono poi continui interventi sia nell’epoca del regno veneziano sia del regno austriaco; quindi oggi si può visitare tutto l’immenso complesso di mura, giardini, bastioni.

Giungere sino ai piedi del giardino è semplice, poi proprio davanti al castello c’è un ampio parcheggio, così lasciamo in sosta il nostro Ford Tourneo, che ben si è disimpegnato attraverso la città. 

Purtroppo qui non ci sono punti per la ricarica di veicoli elettrici, quindi dobbiamo proseguire con il carburante tradizionale, poiché abbiamo terminato i nostri 55km di autonomia. In città ci sono altri punti per ricaricare, uno dei quali ci porta sulle rive non distanti dalla stazione ferroviaria.

CASTELLO DI DUINO

Visto dal mare questo complesso fortificato è senza dubbio il più imponente; raggiungibile via strada sino al parcheggio antistante, permette una visita molto particolare e suggestiva sia al complesso stesso, sia agli splendidi giardini circostanti.

La storia vuole che si abbia notizia di queste due fortificazioni: il Castello Nuovo e Old Castle (di cui si possono scorgere solo alcune rovine su un promontorio più ad ovest); a far data dal 1363.

Anche questa fortificazione fu soggetta al patriarcato di Aquileia ed ai duchi d’Austria.

Una volta rientrati al parcheggio il nostro Ford Tourneo ha di nuovo la sua carica elettrica e questo ci fa sentire più rispettosi verso l’ambiente. A questo punto ci dirigiamo a Muggia per la visita del quarto Castello di cui vogliamo parlare

CASTELLO DI MUGGIA

Di fatto tutto il quartiere di Muggia è particolare, viuzze strette e strettissime, con circolazione a sensi unici e semafori, piccole imbarcazioni che arrivano sino alla base del castello. Il nostro Ford Tourneo raggiunge il piccolissimo spazio a ridosso dell’ingresso, e riusciamo a parcheggiare a bordo strada. Il luogo è visitabile solo dall’esterno.

La roccaforte risale ai tempi dell’Impero Romano, visto che da qui passava la via Flavia, importante collegamento da Tergeste a Pola.

Oggi a ridosso della roccaforte sono state costruite abitazioni, rendendo tutto il complesso molto suggestivo e particolare, assolutamente da visitare.

Il nostro itinerario è stato particolarmente interessante dal puto di vista storico e turistico; molto divertente e confortevole dal punto di vista della mobilità. Infatti Ford Tourneo Hybrid con il suo motore EcoBoost 1.0 litri permette di viaggiare con emissioni di co2 davvero basse; inoltre in città possiamo utilizzare il motore elettrico, che viene ricaricato in parte dall’energia cinetica della guida sui lunghi tragitti. Questo veicolo è anche plug-in perciò abbiamo la possibilità di avere il meglio dei due mondi.