KIA STONIC GT LINE

KIA STONIC GT LINE

La Kia Stonic GT Line ci ha portato alla scoperta i luoghi incantati nel Friuli collinare; così oltre ad apprezzare gli splendidi paesaggi, scoprire località incantate, ci siamo divertiti nella guida di un veicolo davvero interessante.

Kia Stonic GT Line caratteristiche tecniche

Naturalmente, per ampliare la sezione dedicata all’automobile news online, non possiamo non parlare delle caratteristiche essenziali di questo veicolo. Kia Stonic è una coreana di concezione europea, a cominciare dalla linea. Si ispira ad alcune forme dei Suv Kia di taglia più grande, con connotazioni decisamente personali. Nonostante la posizione di guida alta; le forme allargate alla base ed il baricentro basso contribuiscono a darle un aspetto più sportivo rispetto a quanto ci si possa aspettare. Il merito va alla presa d’aria inferiore; al fascione nero laterale che è più inclinato verso l’alto nella porta posteriore ed alle linee orizzontali del portellone posteriore.

Parlando della motorizzazione, abbiamo utilizzato la versione a benzina 1.0 litri da 120cv, abbinato al cambio automatico a 7 rapporti; una vera sorpresa. Infatti in modalità eco il veicolo è tranquillo, le riprese ai semafori sono pacate, i consumi molto contenuti. Poi, però, solo attraverso l’uso del pulsante “mode” posto davanti alla leva del cambio le cose cambiano; davvero ed il motore, nella versione “sport”, diventa estremamente performante, potremmo dire quasi cattivo; tanto da pensare di essere a bordo di un altro mezzo.

Un veicolo, quindi, decisamente completo, piccolo e compatto per la città, grande, comodo e divertente per i viaggi ed altri spostamenti. Kia Stonic GT Line, infatti è lunga 4,15mt, larga 1,76mt ed alta 1,52mt. 

La spaziosità a bordo è davvero eccellente, grazie a materiali di ottima fattura e rifiniture ben realizzate; anche la strumentazione è molto completa e facilmente utilizzabile sia dal guidatore che dal passeggero, per quanto riguarda la parte infoteinment.

Kia Stonic GT Line la guida

Abbiamo guidato la nostra Kia Stonic lungo percorsi diversi; così da poter apprezzare ogni particolare dei veicolo e della splendida Regione che è il Friuli Venezia Giulia. Perciò una volta lasciato il nastro autostradale ci siamo diretti allo splendido Castello di Udine, da dove ammirare dall’alto una delle città più affascinanti. Lungo il primo tratto autostradale Kia Stonic si è dimostrato un veicolo stabile, scattante e veloce quanto basta.

Facile da guidare nel traffico lineare, e molto apprezzato il cambio automatico nelle situazioni di traffico congestionato, così come lo start e stop automatico; unitamente a tanti altri particolari elettronici, che rentono questo veicolo estremamente sicuro.

I Castelli visitati con Kia Stonic GT Line

Il Castello di Udine, simbolo del Friuli, già sede del patriarca di Aquileia e del Luogotenente veneto della Patria del Friuli; divenne sede museale il 26 luglio 1906. Oggi il Castello ospita al piano terra due recenti allestimenti museali: il Museo del Risorgimento e il Museo Archeologico.

Inoltre presso il Castello vi sono due importanti servizi culturali aperti al pubblico; la Biblioteca d’Arte con oltre 45.000 volumi e circa 350 periodici e la Fototeca che conserva più di 180.000 immagini di fotografie.

L’accesso con la nostra Kia Stonic GT Line è avvenuto da Piazza Libertà e via Manin; dopo aver richiesto il permesso di transito alle autorità comunali. Ma Kia Sonic GT Line ha delle emissioni davvero contenute, quindi non è inquinante e non ci sono problemi. 

Da qui poi partiamo alla volta di un’altra proprietà di particolare bellezza, situato a poco più di 10 km di distanza, attraverso strade pianeggianti  prima e colline poi. Il Castello di Brazzà a Moruzzo, infatti è oggi una residenza privata; È presumibilmente il borgo o castello detto “di Braitan” incluso nella donazione del 983 dell’imperatore Ottone II al patriarca Rodoaldo. Storica sede della famiglia Savorgnan di Brazzà, che ha dato i natali al famoso esploratore Pietro Savorgnan di Brazzà, cui è intitolato l’aeroporto di Ronchi dei Legionari.

Visitare questi luoghi è interessante e guidare Kia Stonic altrettanto, infatti possiamo considerare i parchi consumi, che si aggirano in media attorno a 17 km/litro. Il serbatoio ha una capacità di 50 litri, quindi grande autonomia.

Sulle colline ad Est

Concludiamo il nostro percorso collinare di Kia Stonic GT line sulle colline più a est di Udine, infatti raggiungiamo Tarcento, Nimis, dove conosciamo diversi luoghi dove fermarci ad assaporare ottime specialità gastronomiche, e scendiamo poi a Povoletto per poi proseguire lungo la pianura alla scoperta di un altro borgo antico.

Probabilmente il sito sul quale sorge la casaforte del Bergum è lo stesso citato in un documento del 1275 e chiamato “Bergogna”. Posto nella vasta pianura compresa tra Remanzacco e Campeglio, fin da epoca imprecisata appartenne ai Calderini dai quali, nel 1770, passò ai Serafini
Oltre a pertinenze rustiche, il complesso comprende una torre medievale, con eleganti dentelli in cotto e archetti in sommità, e il fabbricato padronale, con al centro la suggestiva androna voltata. Qui parcheggiamo prima di concludere un itinerario davvero interessante, che ripercorre la storia di questi luoghi e permette di divertirsi alla guida di un veicolo moderno.