Extreme E Saudi Arabia

Extreme E Saudi Arabia

E’ iniziato nel migliore dei modi il nuovo campionato Extreme E in Saudi Arabia. Una formula innovativa, che ha visto la presenza di 9 equipaggi a bordo di veicoli interamente elettrici Suv – E, sfidarsi lungo un circuito nel deserto arabo. Veicoli di cui avevamo già detto qualche dettaglio in occasione della presentazione della Cupra -E, nell’ambito dell’automobile news online.

Perciò un insieme di caratteristiche off road, rally raid; ma anche tanta esperienza di guida derivante dalla pista, dai circuiti; e nomi di piloti che hanno fatto la storia e che continuano a fare storia nel mondo dei motori e dell’ambiente.

Come funziona Extreme – E

La formula di questo campionato, totalmente innovativo, è stato creata da Alejandro Agag ed il suo Team. Il campionato si svolgerà nella stagione 2021 in 5 diverse località del mondo; in qui le condizioni ambientali, oltre ad essere estremamente difficili per gli equipaggi sono anche particolarmente sensibili.

I veicoli sono tutti uguali, un telaio tubolare, trazione su tutte quattro le ruote, motori interamente elettrici, la cui ricarica avviene tramite l’utilizzo di energia prodotta ad idrogeno. Perciò totale rispetto per l’ambiente circostante.

La competizione prevede una giornata di prove del circuito ed una giornata di gare. Il circuito di Alula in Arabia Saudita era lungo ben 8,8km, caratterizzato da tantissima sabbia, polvere e quindi pochissima visibilità ed un paesaggio decisamente suggestivo.

Gli equipaggi erano tutti formati da due piloti, un uomo ed una donna, che guidavano una manche a testa, a batterie di 3 veicoli per volta. Ad ogni batteria il terzo veicolo classificato era fuori, quindi i primi due passavano alla manche successiva.

Lo spettacolo è stato incredibile, con sorpassi, discese mozzafiato, sbandamenti, cappottamenti; insomma tutto ciò che caratterizza il cross country.

Il tempo a disposizione per il team per effettuare il cambio pilota era di sessanta secondi, quindi davvero una gara sul filo del rasoio, poiché ogni pilota ha delle caratteristiche diverse e quindi posizionare correttamente sedile e cinture, in così poco tempo non è cosa da poco. Ma oltre a questo non sono mancate le insidie del terreno e del paesaggio desertico che caratterizza questa parte di mondo.

Gli equipaggi di Extreme – E

Come abbiamo già detto, questa prima edizione dell’Extreme E ha portato a sfidarsi equipaggi veramente incredibili, con piloti provenienti da ogni disciplina motoristica conosciuta; ad iniziare dalla Formula Uno. Infatti Nico Rosberg è diventato il Ceo di Rosberg Racing ed ha conquistato il primo titolo della prima stagione con i piloti Johan Kristoffersson e Molly Taylor. Al secondo posto si è classificata la scuderia  Andretti United con i piloti Timmy Hansen e Catie Munnings. Sul terzo gradino del podio il Team X44 con Sebastian Loeb e Cristina Gutierrez.

Quindi il punteggio complessivo, dopo la prima prova, vede i primi con 35 punti e solo 8 punti per la scuderia Veloce Racing che chiude la classifica. All’interno troviamo nomi come Jenson Button, Carlos Sainz, Laia Sainz; quindi nelle prossime prove ci si potrà aspettare un vero e proprio duello.

I prossimi appuntamenti di Extreme – E 

Sul sito ufficiale ci sono maggior informazioni www.Extreme-E.com

29 – 30 Maggio Ocean X Prix Lago Rosa Senegal

28 – 29 Agosto Artic X Prix Kangerlussuaq Groenlandia

23 – 24 Ottobre Amazon X Prix Para  Brasile

11 – 12 Dicembre Glacier X Prix Terra del Fuoco Argentina