Ford Kuga MHEV

Ford Kuga MHEV

Un altro Ford Car Test Drive; una prova davvero interessante, un veicolo incredibile il Ford Kuga MHEVibrido e diesel.

Abbiamo provato questo mezzo su un percorso lunghissimo, guidando per circa 5000 km attraverso strade di ogni genere in tutta Europa: è stato meraviglioso. Infatti sia i paesaggi, sia le strade, ma soprattutto il comfort di Ford Kuga, i suoi consumi, il suo stile di guida ci hanno regalato grandi emozioni.

Kuga MHEV la teconologia

In casa Ford viaggiare rispettando l’ambiente è una caratteristica imprescindibile; ed in questi mesi abbiamo avuto modo di verificarlo a bordo di molti dei veicoli ibridi e plug-in della casa dell’ovale blu. Scegliere il modello giusto è davvero facile, una volta che si stabilisce quali siano le proprie priorità; infatti si può scegliere tra elettrico, ibrido, motore tradizionale, con un’ampia scelta di modelli, dalla mondeo alla puma, alla kuga, od addirittura i veicoli più grandi come il Tourneo.

La nuova versione della Ford Kuga MHEV prevede un motore diesel 2.0 litri che genera una potenza di 150cv; a questo motore viene abbinato un alternatore a cinghia, collegato con una batteria da 48 volt. Questo permette di recuperare e conservare l’energia che si produce in fase di frenata e di decellerazione; per poi riutilizzarla nell’alimentazioni di dispositivi a bordo del veicolo. 

La tecnologia mild hybrid di questa Ford Kuga MHEV permette di godere di notevoli risparmi di carburante e degli incentivi legati ad un’omologazione ibrida.

Il Viaggio con Ford Kuga MHEV

La partenza da Milano ci ha permesso di realizzare un lungo trasferimento autostradale sino alla stazione di carburante in Slovenia, dove il diesel alla pompa costa ancora 1 euro al litro. Dopodichè la prua del nostro piccolo-grande SUV si è diretta verso Nord; attraverso l’Austria , il Tunnel dei Tauri, ed ancora tutta l’autostrada della Germania sino a raggiungere Stettino in Polonia.

Un primo trasferimento di 1375km tutti d’un fiato, un solo rabbocco di carburante, una meraviglia.

Il comfort di guida ci ha lasciato davvero soddisfatti, abbiamo scelto la modalità “eco” per gran parte del tracciato, visto il traffico “a fisarmonica” tipico delle vie di comunicazione tedesche.

In alcuni tratti ci siamo permessi la modalità Sport, ed abbiamo subito notato la differenza di durezza delle sospensioni ed un comportamento più brillante e grintoso; davvero divertente da guidare.

Mentre il paesaggio attorno a noi scorreva, verdeggiante e bucolico, i km andavano sommandosi e la stanchezza invece no. Siamo giunti a Stettino con il buio e con condizioni meteo davvero pessime, la pioggia era incessante; l’acqua sul manto stradale ci ha costretto a rallentare, ma abbiamo apprezzato la tenuta di strada ed il comportamento “seduto” del nostro Ford Kuga MHEV. Ci ha trasmesso un vero senso di sicurezza anche in queste condizioni di guida.

La visita della città di Stettino è stata piacevole, infatti il traffico non è eccessivo e non abbiamo sentito la mancanza del cambio automatico; la versione Hybrid –Diesel infatti si propone solo con cambio manuale a 6 marce. Caratteristica questa che ci è piaciuta particolarmente quando abbiamo percorso alcune piste e stradine strette attraverso Dobra, Drawsko Pomorskie; alla scoperta delle splendide foreste di alte conifere e faggi dai colori magnifici.

Confort e Consumi

Concludendo questo lungo viaggio ci siamo resi conto che scendere dal nostro Ford Kuga MHEV non era proprio ciò che volevamo fare; sarebbe stato bello ripartire e guidare ancora; infatti non ci si stanca mai a bordo di questo SUV, si apprezzano il confort ed i tanti accessori elettronici ed elettrici che permettono una notevole libertà. Un esempio è dato dalla presenza della presa elettrica all’interno del tunnel centrale, dietro il freno a mano; questo ci permette di collegare laptop e tablet.

La presa USB di fatto è una sola, quindi la presa elettrica è molto utile; il cellulare comunica direttamente con il veicolo e quindi si può caricare solo con l’appoggio nell’apposito spazio. Giustamente è rimasta anche la tradizionale presta “vecchio stile” dell’accendino, che permette il collegamento di vecchi dispositivi qualora qualche nostalgico ne abbia ancora uno.

I consumi sono stati davvero eccellenti, abbiamo avuto punte di 24km con un litro di carburante e complessivamente abbiamo calcolato una media di 17,7 km con un litro di gasolio. Il serbatoio non è particolarmente capiente, contiene 50 litri. A noi sarebbe piaciuto più grande; ma è anche comprensibile pensare che normalmente si fanno più soste, durante un lungo trasferimento; oppure le persone usano questo veicolo quotidianamente, quindi non hanno difficoltà a travere rifornimento di carburante.