MOROCCO DESERT CHALLENGE 2019

MOROCCO DESERT CHALLENGE 2019

L’edizione 2019 del Morocco Desert Challenge sarà una competizione da guinness dei primati. Infatti per la prima volta, nel deserto marocchino, si schiererà al via un numero così alto di concorrenti.

Il Morocco Desert Challenge parte sabato 13 aprile e conta un numero di concorrenti che supera i 250, nelle varie categorie. Quest’anno è raddoppiato anche il numero degli SSV presenti.

 

MOROCCO DESERT CHALLENGE 2019 IL PERCORSO

Seguendo la formula già collaudata nel 2018 ed anche i commenti dei concorrenti, gli organizzatori hanno deciso di riproporre la formula del Morocco Desert Challenge Coast to Coast. Dalle spiagge dell’Atlantico alle coste del Meditterraneo, su un tracciato completamente nuovo. Nuovi percorsi, nuovi roadbook, quindi tanta nuova navigazione, in 8 tappe che non prevedono chilometri di trasferimento, ma sono tanti km di prove cronometrate. Quindi paesaggi nuovi, ma anche storiche tappe ex Dakar, dove i concorrenti avranno tanto da guidare e tanto da navigare.

MOROCCO DESERT CHALLENGE 2019 I LUOGHI TOCCATI

Il Morocco Desert Challenge partirà da Agadir, prologo Plage Blanche – Abetteh; poi da Abetteh la carovana colorata raggiungerà Smara.

Il terzo giorno saranno 372 i km da Smara ad Assa; mentre il quarto giorno da Assa i concorrenti percorreranno 425km sino a Foum Zguid. La tappa numero 5 sarà lunga 308km da Foum Zguid fino alla conosciuta Zagora.

Poi saranno 370km per la tappa numero 6 da Zagora a Merzouga, attraverso le dune; inoltre la tappa numero 7 conterà 427km, lungo i quali i veicoli raggiungeranno Bouarfa.

Infine l’ultimo giorno di gara, sarà un po’ più breve, con 219km. I partecipanti da Bouarfa arriveranno al traguardo di Oujda Saidia.

MOROCCO DESERT CHALLENGE 2019 GLI ISCRITTI

Dicevamo che i partecipanti sono più di 250, nelle varie categorie: moto, quad, auto, ssv e camion. Tra i partecipanti ci sono tutte le nazionalità europee, non mancano molti italiani ed anche Israeliani, per la prima volta a bordo di un camion il pilota Aviv Kadshai.

Una presenza molto importante anche quella del pilota ceco Tomas Ourednicek, che lo scorso hanno aveva subito un incidente incredibile e distrutto, dopo 8 carambole il Ford.

Un lavoro molto impegnativo durante l’anno è stato quello dell’equipaggio, che oltre ad investire nella ricostruzione di un nuovo veicolo Ford, ha dovuto anche lavorare sulla forma fisica per riprendersi; ma la determinazione di Tomas e del suo navigatore David Kripal è incredibile e seguendo il motto  “never give up” quest’anno saranno di nuovo al via ad Agadir.

Un grosso in bocca al lupo a tutti i concorrenti, nel mentre il sito ufficiale della competizione è https://www.moroccodesertchallenge.com/en